Armonica a bocca. Consigli guida acquisti

In questa sezione potete spiegare le vostre difficoltà e chiedere consigli sia tecnici che teorici in generale (non legati ad una canzone in particolare). Oppure proporre esercizi e lezioni per migliorare alla chitarra elettrica, acustica o classica...

Messaggiodi SoundOfDreams

... ma non finirò mai di leggere l'articoloooo :O
SoundOfDreams
Musicista guru
Musicista guru
 
Messaggi: 12638
Località: Villa Literno (Caserta)


Messaggiodi Wild Blues Man

Non sono bravo a far recensioni di strumenti. Ma ho qui davanti a me l'armonica che potrebbe seriamente scalzare la Golden Melody dalla vetta della mia top ten:
la Hering 1923 Vintage Harp
Sono stato almeno due giorni a guardarla senza avere il coraggio di suonarla. Bellissima.
E' accordata in Just Tuning e non in Equal Tuning, come credevo, ma in fondo la differenza e' davvero minima. Il corpo e' in un legno brasiliano, di cui ignoro il nome, ma rinomato per la risonanza e verniciato di rosso. I reedplates sono in ottone e spessissimi, quasi 1,5 mm. E chiusi da sette viti (la Golden Melody credo che ne abbia nove, ma molti modelli rinomati arrivano al massimo a cinque). I Covers sono spettacolari, in ottone anticato e ben decorati, stile vintage. Il tutto e' smontabile e credo sia combinabile con altri modelli della stessa casa e forse, con l'aiuto di un piccolo trapano, anche con le Marine Band.
Le ance sono molto vicine ai fori quindi basta poco per farla suonare, ha proprio un bell'attacco.
Il suono e' davvero bellissimo, caldo e molto, molto potente. Mai stridente, sara' per il peso, il legno...boh.
L'ottimo attacco ed il grande volume ottenibile consentono di suonare melodie con molto feeling, ci ho suonato Behetooven ed e' venuto bene :idea: cosi' come diversi tradizionali country e folk.
Per il blues...be' e' un armonica fatta per quello! gli accordi suonano in modo eccellente e si puo' correre su e giu' per i fori in allegria senza strapparsi i peli dei baffi, cosa che mi succede sempre con le Golden e i bending ed overbending escono naturalmente senza il minimo "sforzo". Io non sono un asso con gli overblow ma questa armonica mi consente di farli molto facilmente.
Curiosamente non mi viene bene l'effetto wha-wha...non capisco se e' un limite dell'armonica o un problema mio, che tra le mani piccole e le ance vicine non riesco ancora a centrare l'obbiettivo.
L'ho detto, non so fare recensioni, comunque volevo segnalare questa favolosa armonica che dovreste poter trovare tra i 20/25 euro
:shock:


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Messaggiodi Wild Blues Man

Continuiamo la nostra rubrica... :lol:
fino a poco tempo fa c'era in italia un negozio online di armoniche, chiamato Italian Harp, purtroppo non c'e' piu'. Sono molto contento di sapere che ne e' stato aperto un altro, Harp Elite ( http://www.harpelite.com ). So quanto e' difficile, a livello nazionale, mantenere un negozio del genere, quindi auguro ad Harp Elite buona fortuna, con la speranza che possa ampliare il catalogo con altri modelli e marche (Weltmeister, Bushman, Hering, Tombo ecc.) e diventare un punto di riferimento importante per tutti gli armonicisti

Come sapete io non sono un armonicista ma uno zufolatore anarchico d'armonica. Se qualche armonicista vero volesse intervenire per correggere le sciocchezze che scrivo e per spingere tutti i frequentatori del sito ad avvicinarsi a questo bellissimo strumento, compagno ideale della chitarra, e assolutamente bene accetto.

Bene, sei entrato in un negozio di strumenti e ne sei uscito dicendo "adesso ho l'armonica". Sbagliato. devi dire "per un po' ho un'armonica".
L'armonica e' quasi un bene di consumo. Le ance si scordano, si rompono, si slentano (non so che vuol dire, ma suona bene :lol: )...e' vero, ci sono in commercio pezzi di ricambio, ma il costo e' sempre abbastanza alto e non e' facile intervenire bene su una armonica da riparare, conviene rivolgersi ad un esperto. Alla fine e' piu' conveniente comprarsi una armonica nuova ed usare quelle vecchie come cavie per imparare a ripararsele da soli.
Non spaventatevi, forse sto esagerando solo per rendere meglio l'idea. Cerchiamo comunque di far durare le armoniche il piu' a lungo possibile.

Conservatele bene, nella loro custodia o nel vostro case porta armonica.
A meno che il brano non lo richieda non soffiate forsennatamente. Non stressate, cioe', inutilmente le ance.
Finito di suonare cercate di far uscire dall'armonica la saliva che ci avrete buttato dentro: prendendola dalla parte posteriore, battete la parte coi fori verso il basso, contro il palmo della mano o la coscia, se siete seduti (le signorine e' meglio che la battano sempre sul palmo, per evitare fastidiosi ematomi sulla gamba).
Tenete l'armonica pulita. usate un panno morbido asciutto, o appena inumidito. Pulite con piu' attenzione la parte dei fori ed la parte dei cover piu' vicina al fori.
Prima di riporre l'armonica lasciatela "asciugare" per 5 minuti almeno.
Come per la chitarra e' meglio se le tenete in un luogo con la temperatura controllata (l'armadio sul balcone non va bene...)

Sono piccole norme che vi aiuteranno a mantenere efficente la vostra armonica per un bel po' di tempo.

Provate tutti questo strumento, non ve ne pentirete.

alla prossima :shock:


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Messaggiodi frank-blues

Ciao Wiild Blues Man,
complimenti per i tuo post in cui ha fornito informazioni molto utili a chi si vuole avvicinare all'armonica a bocca.
Effettivamente è molto dura mandare avanti un negozio dedicato esclusivamente all'armonica e ciò che ci spinge a non mollare e a credere in questo sogno è proprio la nostra passione verso questo strumento.
Se Harp Elite avrà vita lunga o meno, dipenderà ovviamente da quanto gli armonicisti italiani ci 'sosterranno'; gli acquirenti armonicisti dovrebbero rendersi conto di quanto sia importante avere in Italia un negozio dedicato esclusivamente a loro; quindi dovrebbe essere anche nel loro interesse far si che il negozio riesca a sopravvivere.
Harp Elite nasce non tanto per essere un negozio che vende armoniche; bene o male nei negozi di strumenti musicali ben forniti si possono trovare quasi tutte le marche di armoniche.
Harp elite nasce invece con lo scopo di diventare un negozio dove ogni armonicista, principiante o professionista, possa trovare TUTTO quello che ha bisogno. Quando dico 'tutto', intendo per esempio anche amplificatori, microfoni e accessori.
Saprai bene infatti che, otre a chi suona l'armonica insieme alla chitarra o in stile acustico, c'è una grande popolazione di armonicisti blues che suona in stile elettrico, nel cosidetto Chicago Blues Style.
Forse saprai quanto è dura per questi armonicsiti trovare dei prodotti (ampli. mic, ecc.) che possano soddisfarli; del resto in quasi tutti i negozi di strumenti musicali in italia, se chiedi di provare un ampli da usare con l'armonica, ti quardano con una faccia molto perplessa o ti dicono frasi del tipo '...ma l'armonica non ha bisogno di un amplificatore, si suona direttamente nell'impianto voce!'.
Da ciò si capisce l'importanza che può assumere un negozio dedicato agli armonicsiti e gestito da armonicisti, che sia anche specializzato nell'amplificazione dell'armonica.
Considera che alcuni accessori per microfoni per armonica che vendiamo sono unici al mondo (verranno presto brevettati) e stanno riscuotendo un grosso successo perfino negli Stati Uniti (dove ne sto vendendo tantissimi di ogni tipo).
Per chi vuole farsi un'idea sul mondo dell'armonica 'Chicago Blues Style' segnalo il mio blog dedicato all'argomento:
http://amplificatoriperarmonica.blogspot.com
Saluti,
Francesco
frank-blues
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 7

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Wild Blues Man

Grazie dei complimenti, ma non credo che i miei consigli siano straordinari. Vorrei solo spingere quanti piu' chitarristi possibili ad accoppiare, alla chitarra, un'armonica, avendo cosi' nuove possibilita' espressive. Se poi abbandonassero il plettro in favore delle dita ne avrebbero ancora di piu', ma questo e' un altro argomento :-OO

Io suono l'armonica da completo atodidatta, e molte cose che un armonicista da' per scontate (piegature, posizioni ecc.) le ho scoperte da solo nel corso degli anni, per questo mi sento molto simile a quanti sono diffidenti nei confronti dell'armonica. Sono principalmente un chitarrista anch'io! :SSS
Il discorso sull'amplificazione e' sacrosanto, anche se devo constatare che i prezzi delle attrezzature sono molto elevati e tutto sommato forse conviene di piu', economicamente, buttare l'armonica nell'impianto voce che in uno dedicato. Inoltre un chitarrista solitamente per l'armonica usa un sostegno da collo, non le mani, e mi pare che di armoniche fornite di pickup non ce ne siano, a parte una della Hering, in questo caso l'impianto voce e' una scelta obbligata. Io ho suonato per anni con l'armonica nell'impianto voce, dovendo anche cantare e suonare altri strumenti con le mani...

Insomma. Qua siamo armonicisti dilettanti...Harp Elite e' una bella novita'. Personalmente, quando ne avro' bisogno, la utilizzero'. Spero anche altri facciano lo stesso.
Ho visto nel catalogo la Seydel Solist sui 17 euro. Non conosco le Seydel, ma mi pare che il prezzo sia ottimo, considerando anche lo strumento esteticamente, per quanto si capisce dalla foto. E' consigliabile per gli armonicisti alle prime armi?


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Wild Blues Man

Cosa succede se, al mare, volete descrivere un bellissimo tramonto, sia per soddisfare il vostro talento creativo che per impressionare qualche bella ragazza (o ragazzo) che sta li' a pochi passi?
Tirate fuori la chitarra? e da dove? non l'avete, e' ingombrante e l'avete lasciata a casa. Semplice tirate fuori l'armonica.
Anche quella e' ingombrante e non l'avete perche' avete lasciato a casa anche i vestiti e site in costume? Non l'armonica che dico io...
Sapete quali sono le armoniche che preferisco, non vi ho ancora presentato l'armonica del mio cuore :SSS;
Eccola:
Immagine

E' un modello storico della hohner di dimensioni contenutissime, circa sei cm di lunghezza disponibile solo in DO, ha lo stesso passo del modello Piccolo ma e' meno potente, pero' piu' piccolo perche' non ha le ali al quale si avvitano i comb. Il suono e' pero' grazioso e piuttosto argentino. A me piace molto. Non e' un giocattolo, e' un vero strumento e suona molto bene. Come con la Piccolo io non ho alcuna difficolta' ad eseguirci qualunque pezzo.
Ma la cosa incredibile e' il prezzo: la si trova a meno di sei euro. Tutti dovrebbero averne una. In tasca, nella borsetta, appesa al collo al portachiavi. Per potere, ogni volta che se ne ha la voglia, esprimere, ovunque, il proprio talento musicale :SSS;


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Mauro80

Interessante... a questo punto potrei fare un giro in negozio mi sa :-DD
Mauro80
Musicista guru
Musicista guru
 
Messaggi: 7933
Località: TO

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Wild Blues Man

Mauro80 ha scritto:Interessante... a questo punto potrei fare un giro in negozio mi sa :-DD


Se ci suoni il blues e vuoi uno strumento ultracompatto la Piccolo e' l'ideale, e' potente e con il comb in legno. Solo che costa sopra i 20 euro.
La Puck, pur essendo diatonica e' meno portata per il blues ed ha un suono piu' leggero. Ma costa niente, suona bene e tutti dovrebbero averne sempre una in tasca...


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Wild Blues Man

Credo che ci stiamo avviando alla conclusione di questo esageratamente animato topic :-DD

Come creare il nostro set di armoniche?
Diamo per scontato che siamo chitarristi e quel che vogliamo e' solo accompagnarci con l'armonica. Bene, cerchiamo di capire in che modo suoniamo la chitarra. Se siamo abituati a suonarla sempre in una o due tonalita' la risposta e' semplice: prendiamo le armoniche in quelle tonalita' piu' le equivalenti per la seconda posizione.
Esempio: suoniamo in mi e la? allora ci servono quella in mi, in la ed in re. Perche' col la facciamo anche il blues in mi e col re il blues in la. Prendete delle armoniche che suonino bene, senza svenarvi.

Se invece suoniamo in qualunque tonalita' allora ci serve un set completo. Almeno 12 armoniche.
Bisogna anche fare alcune considerazioni. Le tonalita' di Fa e Fa diesis sono alte, per alcuni troppo alte, quindi potreste anche considerare l'aquisto delle equivalenti in versione bassa...alcuni (non io) trovano troppo basso il Sol, quindi potreste considerare anche l'acquisto di un Sol alto.
Insomma...consideriamo come partenza un set di 12 armoniche, poi suonando prenderete meglio la mira...

Come con la chitarra la maggior parte del suono e' creata non dallo strumento ma dal musicista. Quindi il mio consiglio, nel crearvi un set di armoniche e' di badare al portafoglio :-DD Non andate su modelli costosissimi perche' si rovinano praticamente come quelli piu' economici.
Ma non andate neanche su quelli troppo economici perche' suonano davvero male.
Per intenderci non comprate hohner bluesband, hering handy harp, o suzuki easy rider, non vi daranno alcuna soddisfazione,.
Io faccio cosi': una armonica non la voglio pagare piu' di venti euro e meno di dieci. Quando ho bisogno di una cerco un po' su internet, telefono a qualche negoziante o a qualche amico che va all'estero per vedere se mi puo' trovare il modello che voglio (in genere Golden Melody, Bluesmaster, Harpmaster e, da poco, Hering Vintage) al prezzo stabilito. Di solito riesco a trovarlo, se non fosse cosi' mi prendo una Suzuki Folkmaster a meno di dieci euro ed aspetto l'occasione di sostituirla con un modello migliore, quando se ne presentera' l'occasione.
Inoltre io non butto le armoniche vecchie, ma le metto via e quando ne ho necessita' cerco di usarne le parti buone per assemblarne una funzionante.
Il mio set comprende 21 armoniche contenute in due valigette. La prima ne contiene 14 che vanno dal sol al fa diesis piu' in mi ed un fa bassi. La seconda contiene 7 armoniche speciali, prese piu' che altro per curiosita', lo so che ho detto di non comprare armoniche costose, ma quale armonicista non vorrebbe provare una Suzuki Overdrive? e quale armonicista non proverebbe una Hohner XB? non che io sia un vero armonicista...comunque sono armoniche che uso poco e che tengo bene :-((

Ogni armonicista diatonico che si rispetti ha sempre una armonica cromatica. Che non suona mai. Perche' questo? non lo so, ma e' cosi'. Se vi viene quindi voglia di una armonica cromatica prendetene una che costi poco e che sia buona, una Hohner Chrometta 10 come questa:
Immagine

Esistono pero anche armoniche cromatiche un po' speciali: le cromatiche in Richter tuning. Sono diatoniche generalmente in do, nelle quali, azionando il pulsante, si attiva l'armonica in do diesis, con il risultato di avere un (quasi) completo cromatismo. Anche qui se ne volete una vi consigli di prendere la piu' economica (prezzo che, come per la crometta, dovrebbe essere comunque superiore ai 50 euro), e cioe' una Chromatic Koch:
Immagine

Spero di essere stato un po' d'aiuto a tutti gli armonicisti in erba, e silenziosi.

Alla prossima.


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi frank-blues

Ciao Wild Blues Man,
rispondo al tuo post.
Non credo che abbia molta importanza essere dilettanti o professionisti, essere bravi o meno. Semmai conta il ruolo che si da allo strumento, in questo caso all'armonica. Per te è un semplice strumento di accompagnamento per la tua chitarra per aggiungere nuove possibilità espressive. Per altri invece l'armonica può essere lo strumento primario.
Per te può sembrare una spesa inutile spendere centinaia di euro per un amplificatore e per un microfono, per altri invece è una cosa fondamentale perché vogliono ottenere un suono simile ai grandi maestri del Chicago Blues (Little Wlater, Walter Horton, ecc.). Credo che per qualsiasi chitarrista, anche dilettante, sia una cosa normale spendere un migliaio di euro per una chitarra e un altro migliaio per un amplificatore (senza contare chi spende tante migliaia di euro per una chitarra vintage). Allo stesso modo un armonicista può avere la stessa necessità di comprarsi un'attrezzatura adeguata alle sue esigenze.
Quindi per poter apprezzare il suono di microfoni e amplificatori vintage, non conta essere bravi armonicisti, ma avere passione per un certo tipo di suono dell'armonica che puoi ottenere solo con quella attrezzatura. Quindi ben venga chi suona l'armonica direttamente sull'impianto voce, ma almeno per cultura personale bisognerebbe sapere che gran parte dei maestri del Chicago Blues (per esempio tutti gli armonicisti che hanno suonato nel corso degli anni nella band del grande Muddy Waters) suonavano collegati agli amplificatori per chitarra di quel tempo.
Riguardo alle armoniche Seydel, si tratta di armoniche costruite a mano in Germania dal 1847, prima che esistessero le Hohner. Sono famossisime in tutto il mondo e solo in Italia non sono ancora diffuse. Questo perché fino adesso non c'è stato nessun rivenditore in Italia. Io sono il primo.
Il modello solist che ho messo in offerta a 17,99 è ottimo anche per chi comincia. E' simile alla Marine Band, ma più scorrevole, più facile per i bending e con maggiore volume.
Il modello top della Seydel è la '1847' che ha la particolarità di avere le ance in acciaio.
Una armonica molto simpatica da avere è la Big Six con soli 6 fori: ha le ance in acciaio come il modello 1847 e un bellissimo suono; inoltre, chi suona blues in seconda posizione, può farci di tutto con soli 6 fori.
Un'altra armonica interessante è la solist pro 12. La particolarità di questa armonica è che i fori dal quarto al dodicesimo corrispondono ai primi 9 fori di una normale diatonica; i primi tre fori invece sono un ottava più bassa dei primi tre fori di una diatonica standard. In questo modo, dal quarto foro in poi si può suonare in maniera standard, come se si suonasse una normale diatonica (con bending, overbending, ecc.); in più si hanno a disposizione i primi tre fori che, producendo note molto gravi, permettono di creare particolari effetti. Riguardo al suono, è uguale a quello della solist pro che è un modello di grande qualità.
Saluti,
Francesco
frank-blues
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 7

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Wild Blues Man

Il mio discorso non era mirato a sminuire le attrezzature di cui un armonicista ha bisogno. Verteva principalmente in due direzioni:
la prima relativa a questo forum. Che e' un forum di chitarristi, molti dei quali alle prime armi. Molti sono gia' confusi riguardo alle caratteristiche delle chitarre e non volevo ingarbugliarli ulteriormente con un discorso avanzato sull'armonica e relative problematiche. Vorrei fare un' opera di (maldestra) divulgazione, cominciando dall'inizio e non dalla fine :-DD

la seconda direzione era relativa alla mia esperienza personale, di quando tra i 70 e gli 80 suonavo l'armonica in un gruppo. Era gia' difficile allora reperire le armoniche, figuriamoci amplificatori e microfoni adatti. Senza contare che spesso con le mani dovevo suonare il banjo o il mandolino o la chitarra ed il reggiarmonica era indispensabile. L'impianto voce era la sola possibilita'. Ricordo alcuni articoli di Palo Ganz, di allora, che suggerivano l'uso dell'amplificatore della chitarra ma per me non era possibile...

Per me l'armonica non e' un semplice strumento di accompagnamento, la suono da piu' di quaranta anni, anche se in modo un po' naif. E' naturale che abbia bisogno di un'attrezzatura specifica, soprattutto se si cerca di ricreare il Chicago sound. Tuttavia e' un problema degli armonicisti, se non professionisti, almeno professionali :-DD o almeno con tali velleita'. Qua siamo ancora agli albori di un epoca ed a tali livelli ancora non siamo arrivati...ti prego comunque di continuare ad informarci sui tuoi prodotti perche', sotto sotto, qualcuno che suona bene ed e' interessato qui c'e'. Almeno io lo sono...

Ti ringrazio delle informazioni sulle Seydel, la Solist mi aveva stupito per il prezzo e per le caratteristiche, appena si rendera' necessario ne prendero' qualcuna, anche se sono molto piu' attratto dalla Session Standard...ho visto che stai anche allargando la proposta Suzuki, un marchio anche questo non ben distribuito qui da noi.


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi frank-blues

Ciao Wild Blues Man,
riguardo al discorso delle varie marche di armonica, bisogna tener conto che gran parte degli armonicisti è legata alle Hohner ed è quindi poco propensa a sperimentare altre marche.
Dato che tu suoni l'armonica da tanti anni, sicuramente avrai notato che la qualità delle Hohner è molto calata recentemente. Ciò credo che dovrebbe spingere pian piano molti armonicisti ad indirizzarsi verso altre marche e modelli.
Quindi il fatto che marche come la Suzuki non siano ancora ben distribuite qui in Italia dipende dalla poca richiesta che c'è di queste armoniche.
Riguardo alle Seydel, adesso ci sto solo io che le vendo ma sicuramente, se avranno successo, saranno proposte anche da altri rivenditori (proprio perché gli armonicisti cominceranno a chiederle ai propri rivenditori di fiducia).
Adesso propongo armoniche Hohner, Seydel e Suzuki. Sicuramente in futuro aggiungerò anche altre marche, ma prima dovrò accertarmi che ci sia abbastanza richiesta.
L'unico consiglio che posso dare è quello di non fossilizzarsi sulle Hohner per via della grande reputazione che hanno acquisito con gli anni, ma di sperimentare anche altre marche.
Per esempio le Seydel e le Suzuki sono daverro armoniche di grande qualità.
Ultima modifica di frank-blues su , modificato 1 volte in totale.
frank-blues
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 7

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Wild Blues Man

Ciao Frank e grazie per i tuoi interventi,

frank-blues ha scritto:Dato che tu suoni l'armonica da tanti anni, sicuramente avrai notato che la qualità delle Hohner è molto calata recentemente.


L'ho notato si'. Io pero' non posso fare a meno delle Golden Melody...
In ogni caso, non conoscendo la Seydel la palma di migliore marca per me va alla Suzuki. Queste armoniche suonano davvero bene...cosi' bene che quando le suono non mi sembra nemmeno di essere me stesso :-DD

Una curiosita', cosa ne pensi delle Hering? A me, esteticamente, piacciono molto, ne posseggo quattro modelli, ma l'unico che mi ha davvero entusiasmato e' la Vintage. Negli altri faccio un po' piu' di fatica, mi sembra che le ance non vibrino abbastanza. E' un problema di emissione del fiato (troppe sigarette) o magari proprio un problema della Hering?


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Dampyr

Postatemi qualche bel pezzo...
Dampyr
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 10
Località: Praga

Re: Armonica a bocca. Consigli per gli acquisti

Messaggiodi Wild Blues Man

Dampyr ha scritto:Postatemi qualche bel pezzo...


Cerca qualcosa su youtube...


Signore, e' stata una svista! abbi un occhio di riguardo per il tuo chitarrista...
Wild Blues Man
Musicista bebè
Musicista bebè
 
Messaggi: 469

PrecedenteProssimo


Torna a Lezioni Esercizi e suggerimenti tecnici chitarra


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite