Domandina sulla costruzione degli Accordi - teoria

In questa sezione potete spiegare le vostre difficoltà e chiedere consigli sia tecnici che teorici in generale (non legati ad una canzone in particolare). Oppure proporre esercizi e lezioni per migliorare alla chitarra elettrica, acustica o classica...

Domandina sulla costruzione degli Accordi - teoria

Messaggiodi stardust

Faccio subito un esempio di quello che ho capito e di quello che ancora non mi e' chiaro...
finche non chiarisco questo punto ho deciso di non passare alla pentatonica, se no va a finire che faccio casino :x
mi va benissimo come risposta anche un ma che caxxo ne so, cosi' mi metto l'anima in pace e non se ne parla piu'... :)

Per costruire un accordo devo partire da una scala.. quindi se voglio un accordo di LA procedo come segue

TTstTTTst
LA SI DO# RE MI FA# SOL# LA

Da quanto ho capito... dalla scala di DO prendo la prima, la terza e la quinta nota... quindi

LA DO# MI

La seconda nota mi definisce il grado dell' accordo...
Nel mio caso ho quindi un accordo di LA maggiore

Ed e' qui che inizio ad avere problemi...
In che metodo o in che criterio creo l'accordo con tasti e corde?
Mi spiego meglio..

Questo e' l'accordo di LA maggiore :
MI cantino (libero)
DO# (secondo tasto)
LA (secondo tasto)
MI (secondo tasto)
LA (libero)
MI grave (libero)

C'e' un motivo perche' e' cosi' predisposto sulle corde? perche' e' piu' comodo?perche' se le note non sono cosi' predisposte non suonano bene?

Sempre riguardo all'esempio sopra scritto, perche' devo premere sulla 4° corda il secondo tasto per creare un MI quando la nota MI richiesta nelle tre note dell'accordo(LA DO# MI) e' gia' presente nella prima corda libera?

Io dico..se a tutto questo non c'e' una risposta e' inutile costruire un accordo se tanto poi bisogna comunque imparare a memoria la predisposizione scritta sui libri

ok sono pronto per le frustate.. :oops:

Grazie a tutti quelli che mi aiuteranno a capire.. :)
stardust
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 31


Domandina sulla costruzione degli Accordi - teoria

Messaggiodi laurami

stardust ha scritto:...e' inutile costruire un accordo se tanto poi bisogna comunque imparare a memoria la predisposizione scritta sui libri...

Diciamo che devi imparare la posizione degli accordi per poter suonare e basta. Se poi vuoi anche sapere perchè l'accordo è dato da quelle posizioni delle dita sulla tastiera, allora fai tutto il restante ragionamento (prima, terza, ecc.).
Si, diciamo che per suonare ti potrebbe bastare imparare la posizione degli accordi.
:wink:
laurami
Musicista affermato
Musicista affermato
 
Messaggi: 843

Domandina sulla costruzione dgli Accordi - teoria

Messaggiodi stardust

Innanzitutto ti ringrazio per avermi "buttato un occhio"... :wink:

e diciamo che oltre a suonare e basta io voglia saperne di piu' :)

Sul come fare la costruzione ci siamo ( almeno credo di aver fatto una giusta costruzione dalla scala di DO in LA e poi tirando fuori la prima, la terza e la quinta)

ma una volta fatto questo ed aver ricavato:
LA DO# MI
Come faccio a sapere su quale corde suonare queste note...perke devo utilizzare come dicono gli esempi la 2°, 3° e 4° corda invece che ad esempio la 1°,2° e la 3°???

Piu' precisamente:

Posso costruire un accordo di LA maggiore in questo modo?
MI cantino (libero)
DO# (secondo tasto)
LA (secondo tasto)
MI (libero)
LA (libero)
MI grave (libero)

invece che questo?
MI cantino (libero)
DO# (secondo tasto)
LA (secondo tasto)
MI (secondo tasto)
LA (libero)
MI grave (libero)

insomma chi mi dice che le note ricavate dalla prima,terza e quinta per il LA maggiore le devo suonare per forza sulla 2°,3°,4° corda?
alla fine anche nel 1° caso io suono le note che ho ricavato dalla costruzione dell' accordo..

sto uscendo di testa :idea:

Ciaoooo
stardust
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 31

Messaggiodi Never

in realtà tutto quello che dici è assolutamente inconfutabilmente vero...

ciò che cambia è l'altezza delle note... quindi la tonalità.
in base alla TEORIA puoi costruire gli accordi come vuoi basta che rispettino delle regole precise...
Di fatti lo stesso accordo lo puoi far scendere lungo la tastiera cambiando solo la tonalità di qualche nota...
Diciamo che la musica non è nata ieri... così i nostri predecessori hanno riassunto le regole dell'armonia (costruzione di scale e accordi) e ci hanno lasciato già un bel pò di robetta da usare...senza fare troppa fatica (vedi prontuario degli accordi e diteggiature delle scale...

non ti far troppo impressionare dallo studio... è complesso, è vero... ma non poi così complesso...
"... la vita è come una scatola di cioccolatini... non sai mai quello che ti capita..." Forrest Gump

Imparare accordo do maggiore

Imparare accordo re maggiore
Never
Musicista affermato
Musicista affermato
 
Messaggi: 943
Località: Milano

Domandina sulla costruzione dgli Accordi - teoria

Messaggiodi stardust

Never ha scritto:in realtà tutto quello che dici è assolutamente inconfutabilmente vero...

ciò che cambia è l'altezza delle note... quindi la tonalità.
in base alla TEORIA puoi costruire gli accordi come vuoi basta che rispettino delle regole precise...
Di fatti lo stesso accordo lo puoi far scendere lungo la tastiera cambiando solo la tonalità di qualche nota...
Diciamo che la musica non è nata ieri... così i nostri predecessori hanno riassunto le regole dell'armonia (costruzione di scale e accordi) e ci hanno lasciato già un bel pò di robetta da usare...senza fare troppa fatica (vedi prontuario degli accordi e diteggiature delle scale...

non ti far troppo impressionare dallo studio... è complesso, è vero... ma non poi così complesso...


Quindi se non ho capito male anche questo accordo non e' sbagliato... 8)
MI cantino (libero)
DO# (secondo tasto)
LA (secondo tasto)
MI (libero)
LA (libero)
MI grave (libero)

Ma armonicamente e' piu' corretto usare questo :P
MI cantino (libero)
DO# (secondo tasto)
LA (secondo tasto)
MI (secondo tasto)
LA (libero)
MI grave (libero)

pero' ho dato un okkiata al prontuario e per quanto riguarda il LA maggiore non esiste nessun accordo fatto come nel primo caso...

va bhe' teoricamente ho capito come si costruiscono, praticamente leggo il prontuario cosi' mi faccio meno seghe mentali..ho capito che e' na strada senza uscita :lol:

Ora passo alla pentatonica...anzi no prima meglio imparare a suonare la scala di DO e poi la pentatonica

Grazie mille...finalmente questa notte dormo tranquillo :wink:
stardust
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 31

Re: Domandina sugli Accordi

Messaggiodi HOTCLUBBOLOGNA

Ciao, sì hai capito bene per costruire un accordo bastano 3 note (ovviamente se vuoi un accordo di 7a o 6a ecc... a queste tre note devi aggiungere la nota in questione)

queste tre note le puoi trasportare su tutta la tastiera della chitarra e su tutte le corde, rivoltandoli come vuoi (RIVOLTI) cioè puoi usare il LA di basso o il MI o il DO#

il fatto che per fare il LA+ tu debba mettere le dita al secondo tasto e raddoppiare i MI e i LA è il modo per fare l'accompagnamento tranquillo con il plettro che usa tutte le corde, e sfruttando le corde a vuoto accompagni meglio, crei densità.

il 'perchè' il MI si trovi sia al secondo tasto della 4a corda sia nella 1a e 6a corda sono convenzioni che non abbiamo deciso noi e sono convenzioni così e basta. Esistono anche altri tipi di accordatura e di conseguenza le diteggiature cambiano.

ciao
simo
HOTCLUBBOLOGNA
Musicista embrione
Musicista embrione
 
Messaggi: 2



Torna a Lezioni Esercizi e suggerimenti tecnici chitarra


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite