11 settembre... per non dimenticare...

La sezione che non può mancare in ogni forum che si rispetti. La musica è tutto per noi, ma a volte capita che parliamo d'altro. In questa sezione potete parlare di tutto ciò non abbia attinenza con la musica...

Messaggiodi SoundOfDreams

Mito125 ha scritto:Dire le cose in modo duro è diverso da dire cose ingiuste...


Ciao
e cosa c'è scritto di ingiusto? Ho detto che i soldati si sono macchiati di crimini.. ma io ho scritto che quelli che la meritano davvero la morte sono le persone che se ne fot*ono dei civili ,dei soldati e di tutto il resto ma anzi.. mandano gli esseri umani verso la guerra incuranti di tutto e solo per arricchirsi sempre di più.. se tu non sai leggere non è colpa mia.
SoundOfDreams
 
Messaggi: 12638
Località: Villa Literno (Caserta)


Messaggiodi dolciste

Non è affatto una cosa ingiusta dire che OGNI GIORNO muoiono persone (anche bambini) per via della guerra.
Non è affatto ingiusto dire che questi morti non hanno probabilmente nessuna riconoscenza, nessuna medaglia, NESSUN RICORDO.
Nella vita non contano i respiri, ma i momenti che ti hanno tolto il respiro. (X Tritologol è di Carlin)

Idee articoli regalo per chitarristi - A forma di chitarra!
dolciste
 
Messaggi: 2023

Messaggiodi stadius1960

SoundOfDreams ha scritto: ...mandano gli esseri umani verso la guerra incuranti di tutto e solo per arricchirsi sempre di più..


Non sono un idealista, quindi resto dell'idea che ogni guerra è mossa da interessi. Ma ricordo a tutti che gli americani hanno "mandato" qualche milione di ragazzi a morire in Europa per liberarla dal nazismo.
Si saranno arricchiti, avranno fatto i loro calcoli, ma senza di loro saremmo probabilmente qui a fare i raduni con la camicia nera.
La vita è come uno specchio: se tu le sorridi, lei ti sorride.

Consiglio amplificatore chitarra
stadius1960
 
Messaggi: 2531
Località: Piacenza

Messaggiodi gippo

stadius1960 ha scritto:
SoundOfDreams ha scritto: ...mandano gli esseri umani verso la guerra incuranti di tutto e solo per arricchirsi sempre di più..


Non sono un idealista, quindi resto dell'idea che ogni guerra è mossa da interessi. Ma ricordo a tutti che gli americani hanno "mandato" qualche milione di ragazzi a morire in Europa per liberarla dal nazismo.
Si saranno arricchiti, avranno fatto i loro calcoli, ma senza di loro saremmo probabilmente qui a fare i raduni con la camicia nera.


Quoto!forse è anche il motivo per cui quando l'America chiama il Governo Italiano risponde presente... speriamo di non dover subire conseguenze tragiche in futuro..
gippo
 
Messaggi: 160
Località: Asti

Messaggiodi SoundOfDreams

stadius1960 ha scritto:
SoundOfDreams ha scritto: ...mandano gli esseri umani verso la guerra incuranti di tutto e solo per arricchirsi sempre di più..


Non sono un idealista, quindi resto dell'idea che ogni guerra è mossa da interessi. Ma ricordo a tutti che gli americani hanno "mandato" qualche milione di ragazzi a morire in Europa per liberarla dal nazismo.
Si saranno arricchiti, avranno fatto i loro calcoli, ma senza di loro saremmo probabilmente qui a fare i raduni con la camicia nera.
Si Stadio ma nel caso dell'11 settembre come la metti?
SoundOfDreams
 
Messaggi: 12638
Località: Villa Literno (Caserta)

Messaggiodi rix strummer

gippo ha scritto:
SoundOfDreams ha scritto:
Mito125 ha scritto:Ma cosa centra la singola persona con il dire che è giusto che muoiano gli americani???Vi rendete conto???Tutti possono trasformarsi in bestie,americani,iracheni,italiani...Non centra la nazionalità...Non troviamo scuse,nessuno deve morire,e abbiate rispetto per gli americani...
io mi riferivo a chi ha detto:" I soldati devono ubbidire ecc ecc.. "
era per sottolineare come i soldati spesso non sono stati eroi senza macchia ma si sono rivelati peggio delle bestie..


Ti do ragione, gli orrori della guerra sono infiniti, ma non vorrei che fosse un errore criminalizzare coloro che la guerra la fanno sul campo, i singoli soldati, come dicevi tu prima andiamo a colpevolizzzare chi la guerra l'ha voluta... :shock:

prima di tutto vorrei dire che se dai miei post avete compreso che io sia x la guerra oppure totalmente antiamericano nn è così
io dico semplicemente che ci sn cose peggiori dell'attentato alle torri gemelle e che gli americani casualmente sn sempre in mezzo ai principali conflitti e che poi sempre casualmente tutto il mondo dice poveri americani o più in generale si dice così all'occidente mentre raramente si sentirà dire poveri iracheni o poveri vietnamiti per fare un esempio.
La guerra va condannata ma nn ci si può lamentare se per vendicarsi di un attentato in cui sn morte circa 3000 persone, purtroppo civili innocenti, si mandano migliaia di truppe a fare la guerra uccidendo altre migliaia di civili innocenti( ne hanno uccisi molti più di quelli morti nell'attentato delle torri gemelle)

le cifre sn all'incirca così:

morti nelle torri gemelle: 2992
civili iracheni uccisi: dato impossibile da calcorare
soldati americani morti: 3400; 4000 se si calcolano i mercenari
soldati iracheni uccisi: quasi 10000
soldati americani feriti: 32.544

quindi ditemi voi se bush è una persona dotata di intelletto
rix strummer
 
Messaggi: 1044
Località: casa di riposo (parma)

Messaggiodi stadius1960

SoundOfDreams ha scritto: Si Stadio ma nel caso dell'11 settembre come la metti?


Personalmente ritengo che l'unica guerra direttamente conseguente all'attentato delle Torri Gemelle sia stata quella dell'Afghanistan.
Sicuramente quella in Iraq (pur non essendo affatto dispiaciuto della scomparsa di Saddam Hussein, lo ammetto) è stata mossa da interessi economici (leggi petrolio) più che da vere motivazioni anti-terroristiche.

Ma, ripeto, io non dico assolutamente che gli americani operano sempre bene. Non mi piace l'antiamericanismo "a prescindere". E purtroppo in giro ne vedo molto.
La vita è come uno specchio: se tu le sorridi, lei ti sorride.

Consiglio amplificatore chitarra
stadius1960
 
Messaggi: 2531
Località: Piacenza

Messaggiodi SoundOfDreams

stadius1960 ha scritto:
SoundOfDreams ha scritto: Si Stadio ma nel caso dell'11 settembre come la metti?


Personalmente ritengo che l'unica guerra direttamente conseguente all'attentato delle Torri Gemelle sia stata quella dell'Afghanistan.
Sicuramente quella in Iraq (pur non essendo affatto dispiaciuto della scomparsa di Saddam Hussein, lo ammetto) è stata mossa da interessi economici (leggi petrolio) più che da vere motivazioni anti-terroristiche.

Ma, ripeto, io non dico assolutamente che gli americani operano sempre bene. Non mi piace l'antiamericanismo "a prescindere". E purtroppo in giro ne vedo molto.
Ma io sono apolitica è diverso.. io noto solo che troppe morti vengono totalmente ignorate mentre per altre si ha il procedimento contrario?
Anche la morte ha dei gradi e dei livelli?? Non voglio credere anche a questo..
SoundOfDreams
 
Messaggi: 12638
Località: Villa Literno (Caserta)

Messaggiodi razielmaggots

In dieci secondi possiamo sterminare milioni di persone scatenando 57 megatoni di potenza. Possiamo curare altrettante persone in dieci secondi?

La guerra è figlia dell'uomo. Essa scomparirà quando scomparirà l'uomo stesso. Sembra quasi che lo sterminarci l'un l'altro sia diventata un esigenza, la pace non ci sarà mai. Finche ci sarà l'uomo ci sarà: odio, fanatismo,interesse economico-politico,egoismo e finchè ci sarà tutto questo ci sarà la guerra. C'è un bellissimo film, "Equilibrium", in cui in un futuro prossimo l'umanità era riuscita a porre fine alla guerra e c'era riuscita grazie ad una droga che annichiliva i sentimenti e l'emozioni umane .Se la guerra è la scienza della distruzione,noi in questa scienza eccelliamo.

Come diceva Platone: "Solo i morti hanno visto la fine della guerra".

Per il resto, io NON sono filo-americano e ritengo che la guerra in Iraq sia tutt'altro che giusta,la spavalderia e l'arroganza americana mi ha sempre infastidito ma è anche vero che nell'attentato alle torri (complotto o meno che sia) sono morte persone innocenti,padri e madri di famiglia, pompieri,giovani ragazzi,donne gravite ecc ecc.. Loro non sono solo americani loro sono soprattutto esseri umani..innocenti ,e la loro memoria va onorata e rispettata. è vero che in Iraq muoiono ogni giorno persone innocenti ma noi che dovremmo fare? dovremmo forse pareggiare i conti?
…Och runorna dansa till trollflöjtens läte…
Avatar utente
razielmaggots
 
Messaggi: 854

Messaggiodi stadius1960

SoundOfDreams ha scritto: Anche la morte ha dei gradi e dei livelli?? Non voglio credere anche a questo..


Purtroppo credo di si.
La vita è come uno specchio: se tu le sorridi, lei ti sorride.

Consiglio amplificatore chitarra
stadius1960
 
Messaggi: 2531
Località: Piacenza

Messaggiodi marckalex

innanzi tutto quoto Raziel per il suo post e aggiungo che se le energie utilizzate per scopi bellici fossero convertite in aiuti umanitari il mondo cambierebbe radicalmente

per quanto riguarda l'antiamericanismo ...bhe in effetti è un sentimento difficile non avere

Non sono un idealista, quindi resto dell'idea che ogni guerra è mossa da interessi. Ma ricordo a tutti che gli americani hanno "mandato" qualche milione di ragazzi a morire in Europa per liberarla dal nazismo.
Si saranno arricchiti, avranno fatto i loro calcoli, ma senza di loro saremmo probabilmente qui a fare i raduni con la camicia nera.


hai ragione Stadius riferendoti agli avvenimenti che ci hanno coinvolti una sessantina di anni fa...

..io ti rammento altri fatti riportandoti indietro nel tempo di altri sessant'anni (circa), più o meno all anno 1890 quando con il massacro di Wounded Knee si sono chiuse le guerre indiane con questo bilancio: Fra i settantacinque e i cento milioni di nativi americani persero la vita tra il 1494 e il 1891, classificando la conquista del nuovo mondo come il più grande genocidio della storia dell'umanità. DA WIKIPEDIA

..poi, rimanendo nel periodo che hai citato (seconda guerra mondiale), ti ricordo Hiroshima e Nagasaki Il numero di vittime è stimato da 100.000 a 200.000, la maggior parte delle quali civili. DA WIKIPEDIA

....e poi gli esperimenti sulla radioattività, la sinistra realtà degli esperimenti con radiazioni del governo USA è nettamente riassunta nel rapporto della Sottocommissione del Congresso del 1986. Tale rapporto descrive gli esperimenti su più di 23.000 soggetti in 1.400 città differenti durante un periodo di 30 anni.
Fra il 1943 e il 1973, ricercatori di Harvard e del MIT effettuarono delle ricerche su 40 adolescenti maschi minorati mentali. Ai ragazzi venne somministrato cibo contaminato e la ricerca venne pubblicata nelle riviste accademiche.
Negli anni '50, molti abitanti dell'Alaska vennero dati degli isotopi radioattivi per studiare il loro adattamento al freddo. 102 indiani Inuit e Gwich vennero alimentati con capsule di Iodio 131, per poter studiare l'attività delle loro ghiandole tiroidi.
Dal 1946 al 1956, venne somministrato del cibo radioattivo a 19 ragazzi che frequentavano la Fernland School per "ritardati mentali" in Massachusetts (farina d'avena e latte arricchiti di ferro e calcio radioattivi).
A partire dal 1963, 131 ricoverati della prigione di stato dell'Oregon, vennero pagati 200 dollari ciascuno dalla Commissione dell'Energia Atomica (AEC), perché permettessero di far irradiare i loro testicoli.
I test nucleari in Nevada (circa 240) potrebbero aver provocato negli USA 50.000 casi di cancro alla tiroide, dopo che le mucche da latte e bestiame da allevamento furono contaminati da Iodio radioattivo, passando la radiazione agli uomini attraverso latte e carne. DA NEXUS NEW TIME

..ancora ti ricordo la strage del Cermis:
Il 3 febbraio del 1998, sulla funivia che collega il centro abitato di Cavalese al monte Cermis, venti persone vennero condannate a morte da un caccia americano di stanza nella base militare Nato di Aviano. L’aereo volava al di sotto della quota di 500 piedi e tranciò i cavi della funivia su cui viaggiavano le vittime. Ne venne fuori un vero e proprio bollettino di guerra, provocato dal ruolo di gendarme mondiale al di sopra di ogni giustizia auto-attribuitosi dalla potenza americana e dalle sue forze armate disseminate in tutti i continenti
A otto anni da quell’immane tragedia, ennesima prevaricazione delle forze armate americane, le famiglie e i parenti delle vittime - che insieme a giuristi e movimenti hanno dato vita al “Comitato 3 Febbraio” - chiedono verità e giustizia per i loro cari. Una verità e una giustizia rese sinora irraggiungibili dagli Stati Uniti, che non hanno mai riconosciuto l’inchiesta aperta in Italia dalla Procura di Trento e conclusasi con la richiesta di rinvio a giudizio del colonnello Durigon, responsabile della base di Aviano. Gli Stati Uniti oppongono alle richieste della magistratura italiana l’inaccettabile sentenza emessa dalla Corte Marziale dei marines, con la quale il capitano Richard Ashby (pilota del caccia) è stato assolto da tutti i reati imputatigli: una sentenza inaccettabile, avallata poco più di un anno dopo la tragedia (il 4 marzo del ’99) dall’allora presidente del Consiglio D’Alema che, durante una visita negli Usa, ai giornalisti che gli chiedevano un giudizio sulla decisione della Corte militare statunitense, oppose un vergognoso “No comment" (salvo poi, resosi conto della gaffe, definire la sentenza “sconcertante"). DA RESISTENZE.ORG

..e si potrebbe continuare....

:shock:
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima. (Einstein)
marckalex
 
Messaggi: 185

Messaggiodi stadius1960

Markalex, hai ragione, ma potrei riempirti un post altrettanto voluminoso su misfatti della U.R.S.S., della Cina, dello Stesso Vietnam del Nord, molti dei quali non hanno la stessa risonanza e diffusione di quelli degli americani, che nel diffondere e far trapelare notizie autolesioniste sono dei fenomeni. Ma andremmo OT.

non sto giudicando gli americani dei santi. STo solo dicendo che non condivido il sentimento antiamericano. Tutto qui.
La vita è come uno specchio: se tu le sorridi, lei ti sorride.

Consiglio amplificatore chitarra
stadius1960
 
Messaggi: 2531
Località: Piacenza

Messaggiodi marckalex

rimanendo in topic devo dire che ho un profondo rispetto per le vittime dell'11 settembre e i loro parenti, non riesco neanche a immaginare il dolore e la disperazione di chi ha visto morire i propri cari in "diretta televisiva" ...erano immagini veramente scioccanti... non credo di avere visto mai niente di paragonabile....

il mio pensiero fu che si trattasse dell'inizio di una serie di attentati in tutte le nazioni occidentali che avrebbe scatenato una guerra di grandi proporzioni e che molto probabilmente noi italiani ne avremmo fatto parte..

...com'è andata a finire lo sappiamo tutti....

...vorrei non rivedere cose del genere ..e che soprattutto che non le vedessero mai i miei figli... ...ma non ci spero

:shock:
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima. (Einstein)
marckalex
 
Messaggi: 185

Messaggiodi Ghigo Renzulli

Diciamo che come non bisogna rimpiangere l'Urss, allo stesso modo non dobbiamo porre gli USA come modello di stato, come invece ormai facciamo dal 1946.
E' giunta l'ora di provare qualcosa di nuovo, ma non ho ancora in mente cosa.
Secondo me l'unica parola giusta è quella del Vangelo.
In ogni caso sono un antiamericano di prima categoria.
Un paese dove vige la pena di morte ( solo per i poveri e i neri), dove c'è un forte dislivello retributivo tra ricchi e poveri, dove in periferia si ammazzano come porci non è certo il mio esempio.
Credo che sia piu' da esempio la Francia contemporanea o la Germania o l'Inghilterra contemporanee, ma non gli Usa.
Avatar utente
Ghigo Renzulli
 
Messaggi: 35

Messaggiodi Mauro80

Non dimenticherò nemmeno un minuto di quella giornata... che rimane tra quelle che hanno cambiato per sempre la storia dell'umanità. Ricordo lo sbigottimento, l'incredulità, il rimbalzare di notizie, la paura di doverci lasciare le penne in una guerra mondiale che sembrava certa, i bimbi afghani che festeggiavano in piazza, la Uefa che non fermò le partite di champions' league...

Non vorrei che il ricordo di una giornata tragica diventasse un motivo di strumentalizzazione, da una parte o dall'altra. Ho un profondo rispetto per le vittime degli attentati e per gli eroici sacrifici di pompieri e vigili del fuoco, che nulla hanno a che vedere con le bandiere, i colori della pelle, la politica e gli interessi economici.

La vita umana è sacra. Sempre. Ogni singola vita.

Non penso di dover aggiungere altro.
Mauro80
 
Messaggi: 7933
Località: TO

PrecedenteProssimo


Torna a Ditutto - Per chiacchierare a vanvera


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti