accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

In questa sezione potete spiegare le vostre difficoltà e chiedere consigli sia tecnici che teorici in generale (non legati ad una canzone in particolare). Oppure proporre esercizi e lezioni per migliorare alla chitarra elettrica, acustica o classica...

accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

Messaggiodi mauz bitto

Mi ricollego al post viewtopic.php?p=85729

L'accordo postato da Sound (000210) in realtà non è nemmeno un D9 [al massimo un D7(sus2) perchè manca la terza F#]

L'accordo di D9 ha:
tonica D, terza F#, quinta A, settima C, nona E.

quindi una diteggiatura simile a quella postata, ma corretta è:

----2---- = F#
----1---- = C
----2---- = A
----0---- = D
----0---- = A
----0---- = E

o meglio ancora quella che ho postato nel topic segnalato, ovvero:

----0---- = E
----7---- = F#
----5---- = C
----7---- = A
----5---- = D
----X---- = X

lamento ha scritto:c'è la settima che non c'entra nulla e la quinta


perchè scusa??

Ho notato però che tra le foto agli accordi...
viewtopic.php?t=4674

il re9 è riportato con la diteggiatura di Sound e dovrebbe venire corretto, almeno secondo la mia enciclopedia super !
.
.


mauz bitto
 
Messaggi: 3531
Località: Bitonto (Ba)


accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

Messaggiodi Guit'EmAll

Ottimo lavoro Mauz, bravo. :wink:


Guit'EmAll
 
Messaggi: 10366
Località: VI PIACEREBBE SAPERLO, EH??? :D

Messaggiodi mauz bitto

Si ma correggiamo la foto di andrechallant?


mauz bitto
 
Messaggi: 3531
Località: Bitonto (Ba)

accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

Messaggiodi lamento

cerca di quotarmi epr intero almeno ..della quinta io dicevo al basso ..così come al basso c'è anche il MI che sarebbe la nona dell'accordo. quando non specificato il basso è la TONICA, la FONDAMENTALE in questo caso il re quindi leprime due corde non andrebbero suonate sennò l'accordo va scritto come re9/mi ovvero re9 con mi al basso ( rivolto )
poi da quel poco di armonia che so io in un accordo di nona e non di 7/9 la settima non va ...poi fate voi ...


lamento
 
Messaggi: 39

Messaggiodi mauz bitto

Che io ricordi dei rivolti (cosa che non ho a mente da molto) si fanno con terza e quinta, ovvero:

1° rivolto: terza quinta tonica
2° rivolto: quinta tonica terza

Non ricordo di aver sentito rivolti con la nona (poi posso essere smentito benissimo perchè non me lo ricordo)

Inoltre si possono mettere al basso anche altre note e

1) qualora la nota sia già tra le note prese (terza quinta) si sceglie una disposizione dell'accordo che mantenga cm nota più bassa la nota scelta

2) se la nota non fa parte dell'accordo la si aggiunge nella successione.

poi da quel poco di armonia che so io in un accordo di nona e non di 7/9 la settima non va ...poi fate voi ...


Per convenzione se l'accordo è X(add9) all'accordo si aggiunge solo la nona, mentre se l'accordo è del tipo X9 si prendono la tonica, la terza (magg o min quello che sia), quinta, settima, nona.

Chiaro?


mauz bitto
 
Messaggi: 3531
Località: Bitonto (Ba)

accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

Messaggiodi Guit'EmAll

mauz bitto ha scritto: Per convenzione se l'accordo è X(add9) all'accordo si aggiunge solo la nona, mentre se l'accordo è del tipo X9 si prendono la tonica, la terza (magg o min quello che sia), quinta, settima, nona.


Esatto.

Però una precisazione.

Nella chitarra non ci sono solo Primi Rivolti (Terza al basso) e Secondi Rivolti (Quinta al basso): possono esserci Terzi Rivolti (Settima al basso), Quarti Rivolti (Nona al basso), Quinti Rivolti (Undicesima al basso) e Sesti Rivolti (Tredicesima al basso). Ognuno di questi Rivolti può avere molteplici combinazioni di note pur lasciando fissa la nota al basso. Nel caso invece si consideri la nota più alta dell'accordo si parla di "Posizione": Posizione di Ottava, Posizione di Terza, Posizione di Quinta, Posizione di Settima, Posizione di Nona, Posizione di Undicesima, Posizione di Tredicesima. Anche in questo secondo caso ogni accordo può presentare molteplici combinazioni di note, pur lasciando fissa la nota più alta. Ogni accordo, inoltre, può differenziarsi per "Disposizione": se le note si trovano tra loro alla minima distanza possibile la Disposizione è detta "a parti strette"; viceversa se le note che lo formano si estendono su intervalli più ampi si dice che la Disposizione è "a parti late".


:wink:


Guit'EmAll
 
Messaggi: 10366
Località: VI PIACEREBBE SAPERLO, EH??? :D

Messaggiodi mauz bitto

Dei rivolti ricordavo con sicurezza quelli di Primo e Secondo, non gli altri (e se li ho visto col maestro in quei momenti dormivo).

Però ricordo anche la "disposizione a parti strette" e la "disposizione a parti late"...mi fa bene rinfrescare la memoria (qst forum ti scortica davvero!!!)))

PS: ti piace l'avatar? eheh (cmq tra un po lo levo)


mauz bitto
 
Messaggi: 3531
Località: Bitonto (Ba)

accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

Messaggiodi Guit'EmAll

mauz bitto ha scritto:...mi fa bene rinfrescare la memoria (qst forum ti scortica davvero!!!)))




:lol:


Guit'EmAll
 
Messaggi: 10366
Località: VI PIACEREBBE SAPERLO, EH??? :D

Messaggiodi valerio_vanni

A guardarci bene molti accordi "standard" di chitarra non seguono la stessa sequenza di voicing.

Il Do maggiore X32010 ha 1-3-5-1-3
Il La maggiore X02220 ha 1-5-1-3-5
Il Re maggiore XX0232 ha 1-5-1-3

E così via... probabilmente cercare diteggiature che rispettino l'ordine standard delle note sarebbe molto difficoltoso e si ripiega su rivolti differenti.

Noto anche che la nomenclatura del tipo "Testo e accordi" opera solo la suddivisione tra i rivolti distinguendoli per nota al basso come se questa distinzione fosse quella più forte, ma secondo me altri aspetti del voicing possono cambiare la sonorità in maniera più pesante.

Ad esempio prendiamo il La7 in due delle sue forme più comuni:

X02223 (1-5-1-3-7b)
X02020 (1-5-7b-3-5)

Io questi due li sento suonare parecchio diversi, in confronto l'aggiunta del Mi sulla sesta corda mi pare irrilevante.

Insomma, trovo X02223 e 002223 molto simili tra loro, come trovo molto simili X02020 e 002020 mentre trovo una differenza notevole tra i primi due e gli ultimi due: concordate con me? Al vostro orecchio come suonano le quattro varianti?


valerio_vanni
 
Messaggi: 675

Messaggiodi andrechallant

Si ma correggiamo la foto di andrechallant?

a tal proposito volevo solo dirvi che se trovate degli errori o qualsiasi cosa, sono qua per correggerle e per aggiungerne. purtroppo non sono un enciclopedia ed e' possibilissimo qualche errore, anche perche' i prontuari in rete sono molto discordanti sugli accordi..


''Parlare di musica è come ballare di architettura.'' [F.Zappa]

Liuteria costruire da soli la chitarra, tutte le discussioni rilevanti
andrechallant
 
Messaggi: 2004
Località: Torino

accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

Messaggiodi Mauro80

andrechallant ha scritto:...i prontuari in rete sono molto discordanti sugli accordi..


:? non c'è ACCORDO sugli ACCORDI... :?


:lol:


Mauro80
 
Messaggi: 7933
Località: TO

accordo Re9 D9 rivolti e altri modi di suonarlo

Messaggiodi mauz bitto

Dai ad arrivare il sondaggio x settembe che devo votare mauro!!!

andrechallant ha scritto:a tal proposito volevo solo dirvi che se trovate degli errori o qualsiasi cosa, sono qua per correggerle e per aggiungerne. purtroppo non sono un enciclopedia ed e' possibilissimo qualche errore, anche perche' i prontuari in rete sono molto discordanti sugli accordi..


andre ho inviato le correzioni a duf con le relative foto....mo non so cosa farà!


mauz bitto
 
Messaggi: 3531
Località: Bitonto (Ba)

Messaggiodi Guit'EmAll

valerio_vanni ha scritto: A guardarci bene molti accordi "standard" di chitarra non seguono la stessa sequenza di voicing.

Il Do maggiore X32010 ha 1-3-5-1-3
Il La maggiore X02220 ha 1-5-1-3-5
Il Re maggiore XX0232 ha 1-5-1-3

E così via... probabilmente cercare diteggiature che rispettino l'ordine standard delle note sarebbe molto difficoltoso e si ripiega su rivolti differenti.


Non devi considerare i voicing di accordi diversi, non c'entra niente. Devi considerare la sequenza verticale di note dello stesso accordo.




valerio_vanni ha scritto: Noto anche che la nomenclatura del tipo "Testo e accordi" opera solo la suddivisione tra i rivolti distinguendoli per nota al basso come se questa distinzione fosse quella più forte, ma secondo me altri aspetti del voicing possono cambiare la sonorità in maniera più pesante.

Ad esempio prendiamo il La7 in due delle sue forme più comuni:

X02223 (1-5-1-3-7b)
X02020 (1-5-7b-3-5)

Io questi due li sento suonare parecchio diversi, in confronto l'aggiunta del Mi sulla sesta corda mi pare irrilevante.


Non va considerata solo la nota al basso. Vanno considerati anche altri fattori: Posizione, Disposizione, presenza o assenza di uno o più Raddoppi, vicinanza/distanza tra le note, l'esatta collocazione di ogni singola nota sul Pentagramma.


valerio_vanni ha scritto:
Insomma, trovo X02223 e 002223 molto simili tra loro, come trovo molto simili X02020 e 002020 mentre trovo una differenza notevole tra i primi due e gli ultimi due: concordate con me? Al vostro orecchio come suonano le quattro varianti?


Vedi sopra.





andrechallant ha scritto:
Si ma correggiamo la foto di andrechallant?

a tal proposito volevo solo dirvi che se trovate degli errori o qualsiasi cosa, sono qua per correggerle e per aggiungerne. purtroppo non sono un enciclopedia ed e' possibilissimo qualche errore, anche perche' i prontuari in rete sono molto discordanti sugli accordi..


Hai ragione Andre. Purtroppo molte persone che scrivono prontuari che vengono messi in rete non seguono criteri rigorosi.


:shock:


Guit'EmAll
 
Messaggi: 10366
Località: VI PIACEREBBE SAPERLO, EH??? :D

Messaggiodi valerio_vanni

Guit'EmAll ha scritto:
valerio_vanni ha scritto: A guardarci bene molti accordi "standard" di chitarra non seguono la stessa sequenza di voicing.

Il Do maggiore X32010 ha 1-3-5-1-3
Il La maggiore X02220 ha 1-5-1-3-5
Il Re maggiore XX0232 ha 1-5-1-3

E così via... probabilmente cercare diteggiature che rispettino l'ordine standard delle note sarebbe molto difficoltoso e si ripiega su rivolti differenti.


Non devi considerare i voicing di accordi diversi, non c'entra niente. Devi considerare la sequenza verticale di note dello stesso accordo.


C'entra invece, perché usando un accordo in prima posizione o come traslato di un altro ci si trova ad avere voicings differenti oltre che (ovviamente) corde chiuse anziché aperte.

Guit'EmAll ha scritto:
valerio_vanni ha scritto: Noto anche che la nomenclatura del tipo "Testo e accordi" opera solo la suddivisione tra i rivolti distinguendoli per nota al basso come se questa distinzione fosse quella più forte, ma secondo me altri aspetti del voicing possono cambiare la sonorità in maniera più pesante.

Ad esempio prendiamo il La7 in due delle sue forme più comuni:

X02223 (1-5-1-3-7b)
X02020 (1-5-7b-3-5)

Io questi due li sento suonare parecchio diversi, in confronto l'aggiunta del Mi sulla sesta corda mi pare irrilevante.


Non va considerata solo la nota al basso. Vanno considerati anche altri fattori: Posizione, Disposizione, presenza o assenza di uno o più Raddoppi, vicinanza/distanza tra le note, l'esatta collocazione di ogni singola nota sul Pentagramma.


Appunto, in genere viene indicata solo la nota al basso quando ci sono in mezzo altri fattori che possono essere più influenti.


valerio_vanni
 
Messaggi: 675

Messaggiodi Guit'EmAll

valerio_vanni ha scritto:
Guit'EmAll ha scritto:
valerio_vanni ha scritto: A guardarci bene molti accordi "standard" di chitarra non seguono la stessa sequenza di voicing.

Il Do maggiore X32010 ha 1-3-5-1-3
Il La maggiore X02220 ha 1-5-1-3-5
Il Re maggiore XX0232 ha 1-5-1-3

E così via... probabilmente cercare diteggiature che rispettino l'ordine standard delle note sarebbe molto difficoltoso e si ripiega su rivolti differenti.


Non devi considerare i voicing di accordi diversi, non c'entra niente. Devi considerare la sequenza verticale di note dello stesso accordo.


C'entra invece, perché usando un accordo in prima posizione o come traslato di un altro ci si trova ad avere voicings differenti oltre che (ovviamente) corde chiuse anziché aperte.


Tu hai considerato QUESTI accordi diversi:

Accordo di "C": " X 3 2 0 1 0 " ---> 1-3-5-1-3

Accordo di "A": " X 0 2 2 2 0 " ---> 1-5-1-3-5

Accordo di "D": " X X 0 2 3 2" ---> 1-5-1-3

e hai detto che hanno voicing diversi. Io, riferendomi specificamente al tuo esempio, ti ho risposto che non devi considerare quei tre accordi per i loro voicing.

Non hai parlato di accordi "traslati", hai parlato di quelle tre forme standard.



valerio_vanni ha scritto:
Guit'EmAll ha scritto:
valerio_vanni ha scritto: Noto anche che la nomenclatura del tipo "Testo e accordi" opera solo la suddivisione tra i rivolti distinguendoli per nota al basso come se questa distinzione fosse quella più forte, ma secondo me altri aspetti del voicing possono cambiare la sonorità in maniera più pesante.

Ad esempio prendiamo il La7 in due delle sue forme più comuni:

X02223 (1-5-1-3-7b)
X02020 (1-5-7b-3-5)

Io questi due li sento suonare parecchio diversi, in confronto l'aggiunta del Mi sulla sesta corda mi pare irrilevante.


Non va considerata solo la nota al basso. Vanno considerati anche altri fattori: Posizione, Disposizione, presenza o assenza di uno o più Raddoppi, vicinanza/distanza tra le note, l'esatta collocazione di ogni singola nota sul Pentagramma.


Appunto, in genere viene indicata solo la nota al basso quando ci sono in mezzo altri fattori che possono essere più influenti.


E io li ho specificati.


:shock:


Guit'EmAll
 
Messaggi: 10366
Località: VI PIACEREBBE SAPERLO, EH??? :D



Torna a Lezioni Esercizi e suggerimenti tecnici chitarra


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti